NOTA! Questo sito utilizza "Cookie strettamente necessari" e "Cookie di Google Analytics".

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookies

I "cookies" sono delle informazioni che vengono trasferite sull'hard disk del computer dell'utente da un sito web.
Non si tratta di programmi, ma di piccoli file di testo che consentono ai siti web di memorizzare le informazioni sulla navigazione effettuata dall'utente e di rendere tali informazioni accessibili nel corso della navigazione sul web ad opera di altri siti che utilizzino questo strumenti.
La maggior parte dei siti web utilizza i cookie poiché fanno parte degli strumenti in grado di migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. I cookie permettono ai siti web di offrire servizi personalizzati (per esempio, ricordare un accesso, conservare i prodotti nel carrello o mostrare contenuti importanti).
Ci sono diversi tipi di cookie: i cookie temporanei (o cookie di sessione) che si cancellano automaticamente con la chiusura del browser e i cookie permanenti che non vengono cancellati ma restano finché non vengono appositamente cancellati o fino alla data di scadenza definita dal sito stesso.
La maggior parte dei browser accetta i cookie automaticamente; l'utente, tuttavia, può disattivare i cookie dal proprio browser, ma in tal caso occorre ricordare che si potrebbero perdere molte funzioni necessarie per un corretto funzionamento del sito web.
Quanto ai cookies in concreto utilizzati in questo sito, essi sono limitati a quelli normalmente definiti come "Cookie strettamente necessari", in quanto essenziali per la navigazione dell'utente nel sito web e per l'utilizzo delle sue funzionalità come l'accesso ad aree protette del sito e senza i quali i servizi richiesti dall'utente, come fare un acquisto, non possono essere forniti, ed a quelli noti come Targeting Cookie o Cookie di pubblicità, che, diversamente dai primi, vengono utilizzati per inviare annunci mirati all'utente in base ai suoi interessi. Sono anche utilizzati per limitare il numero di volte in cui l'utente visualizza una pubblicità e per valutare l'efficacia della campagna pubblicitaria. I cookie memorizzano il sito web visitato dall'utente e tale informazione viene condivisa con terze parti quali gli inserzionisti.
I browser più comunemente in uso consentono comunque la disabilitazione anche di questo genere di cookies.
Per la disattivazione dei cookie è possibile consultando la guida del proprio browser.
Per maggiori informazioni su Google Analytics puoi consultare: https://www.google.it/intl/it/policies/technologies/types/

Chiedere aiuto quando si è in una situazione di sofferenza può apparire come un’impresa impossibile! Può sembrare un’azione così temeraria che la situazione di malessere può essere giudicata come preferibile e immutabile.

Reagire, raccontare, rispondere: sono i tre momenti della storia di Chiara che evidenziano l’evoluzione di un percorso personale volto alla costruzione di un’identità nuova, fortemente incentrata sull’affermazione della propria diversità, una diversità che può competere ed essere funzionale nel veicolare un messaggio: “Non sei un piede, non sei una gamba”.

I giovani oggi ricorrono spesso all’uso di sostanze (droga, alcol), ma anche all’utilizzo smodato e pervasivo di Internet, come mezzi per staccare dal mondo reale, al fine di non “sentire” più… non sentire cosa?

Sabato 15 settembre 2018, in Piazza dei Cavalieri, Fair Play è stato presente per il suo secondo appuntamento notturno, con il camper itinerante, per fornire informazioni sul progetto a tutti i giovani, ma anche a qualsiasi altra persona che fosse interessata.

Nella giornata del 10 settembre, presso il Liceo Scientifico Ulisse Dini di Pisa, si è tenuto un Corso di Formazione docenti dal titolo ‘Tavola rotonda…oltre i bullismi’, dove la realtà del progetto Fair-Play si è confrontata, incontrando diversi punti di vista sulla complessità del tema.

Essere i genitori è un mestiere tra i più complessi, ma anche essere figli non è una cosa semplice. Nella relazione genitore-figlio, come in tutte le relazioni dell’essere umano, l’errore che viene fatto spesso è di non dare peso alla comunicazione.