NOTA! Questo sito utilizza "Cookie strettamente necessari" e "Cookie di Google Analytics".

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookies

I "cookies" sono delle informazioni che vengono trasferite sull'hard disk del computer dell'utente da un sito web.
Non si tratta di programmi, ma di piccoli file di testo che consentono ai siti web di memorizzare le informazioni sulla navigazione effettuata dall'utente e di rendere tali informazioni accessibili nel corso della navigazione sul web ad opera di altri siti che utilizzino questo strumenti.
La maggior parte dei siti web utilizza i cookie poiché fanno parte degli strumenti in grado di migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. I cookie permettono ai siti web di offrire servizi personalizzati (per esempio, ricordare un accesso, conservare i prodotti nel carrello o mostrare contenuti importanti).
Ci sono diversi tipi di cookie: i cookie temporanei (o cookie di sessione) che si cancellano automaticamente con la chiusura del browser e i cookie permanenti che non vengono cancellati ma restano finché non vengono appositamente cancellati o fino alla data di scadenza definita dal sito stesso.
La maggior parte dei browser accetta i cookie automaticamente; l'utente, tuttavia, può disattivare i cookie dal proprio browser, ma in tal caso occorre ricordare che si potrebbero perdere molte funzioni necessarie per un corretto funzionamento del sito web.
Quanto ai cookies in concreto utilizzati in questo sito, essi sono limitati a quelli normalmente definiti come "Cookie strettamente necessari", in quanto essenziali per la navigazione dell'utente nel sito web e per l'utilizzo delle sue funzionalità come l'accesso ad aree protette del sito e senza i quali i servizi richiesti dall'utente, come fare un acquisto, non possono essere forniti, ed a quelli noti come Targeting Cookie o Cookie di pubblicità, che, diversamente dai primi, vengono utilizzati per inviare annunci mirati all'utente in base ai suoi interessi. Sono anche utilizzati per limitare il numero di volte in cui l'utente visualizza una pubblicità e per valutare l'efficacia della campagna pubblicitaria. I cookie memorizzano il sito web visitato dall'utente e tale informazione viene condivisa con terze parti quali gli inserzionisti.
I browser più comunemente in uso consentono comunque la disabilitazione anche di questo genere di cookies.
Per la disattivazione dei cookie è possibile consultando la guida del proprio browser.
Per maggiori informazioni su Google Analytics puoi consultare: https://www.google.it/intl/it/policies/technologies/types/

‘Giornata dell'Artico’ a Glasgow.Cosa accadrà nell'Artico entro il 2050.

2 Settimane 2 Giorni fa #101660 da divna
‘Giornata dell'Artico’ a Glasgow.Cosa accadrà nell'Artico entro il 2050.
Nell'ambito del Forum globale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, Glasgow ha ospitato una Giornata dell’Artico. L'Artico sarà la regione in cui si prevedono i maggiori cambiamenti a causa del riscaldamento globale, ma quali saranno?

Strettamente legato all’ ‘economia oceanica’, l'Artico ogginon è la regione più attraente per migranti e investimenti.Il clima inclemente, il permafrost, il ghiaccio secolare: tutto ciò ostacola l’assimilazione delle regioni settentrionali del pianeta.Tuttavia, le vie di trasporto uniche, lo sviluppo della pesca, l'estrazione di materie prime, e le prospettive per lo sviluppo di ‘Energia verde’ fanno l'ulteriore sviluppo dell'Artico una delle preoccupazioni vitali dell'umanità.

Allo stesso tempo, lo sviluppo sostenibile della regione è possibile solo con la cooperazione transfrontaliera delle principali potenze artiche.I problemi ambientali non aspetteranno la risoluzione dei conflitti politici e le arterie di trasporto non dovrebbero diventare ostaggi nei conflitti geopolitici.La strategia ‘Arctico-2050’, sviluppata all'inizio di quest'anno dall'Instituto per la ricerca sui mercati emergenti della Scuola Business Russa ‘Skolkovo’ e dall’Università norvegese ha 4 scenari per lo sviluppo della regione nei prossimi 30 anni, ma non tutti i quattro sono positivi.

Alexey Kalinin, direttore accademico dell'Istituto per la ricerca sui mercati emergenti (Skolkovo), osserva che l'Artico è diventato una sorta di termometro - un indicatore dell'evidente riscaldamento globale, e ha invitato i partecipanti alla discussione a guardare oltre l'orizzonte dell'ovvio e discutere le opportunità che il riscaldamento globale apre per l'Artico.

‘Siamo riuniti qui per discutereun Artico migliore e più caldo nel 2050’, ha affermato il capo del gruppo di esperti russo, Alexei Kalinin, inaugurando l'evento dedicato alla presidenza russa del Consiglio Artico nel 2021-23. È notevole che sono i russi che sostengono la massima riduzione delle barriere amministrative e lo sviluppo del business nell'Artico, fatta salva la sua responsabilità ecologica e sociale. Peraltro, il futuro della regione artica, ovviamente, sarà strettamente legato all'oceano, che, appunto, dice il termine ‘Economia oceanica’, presupponendo lo sviluppo della regione in abbinamento con la crescita delle strade di comunicazione, la crescita del fatturato delle merci portuali e il massimo utilizzo dei vantaggi che il riscaldamento globale offre alla pesca, all’estrazione di materie prime e all’energia verde.

Tuttavia, tutte le parti coinvolte nello sviluppo dell'Artico sono pronte per l'interazione pratica grazie al dialogo e al quadro normativo già formati negli anni di partenariato. È quello che ha osservato il direttore del Consiglio economico artico, Mads Qvist Frederiksen, partecipante all'evento, sottolineando la particolare importanza di programmi specifici che supportano l'ecologia, la flora e la fauna: ad esempio, in relazione a specifiche specie ittiche che stanno cambiando le migrazioni a causa dei cambiamenti climatici. Solo a questa condizione l'Artico sarà in grado di adempiere al suo compito più importante di fornire cibo proteico alla crescente popolazione della Terra. ‘È importante stabilire un rapporto tra il cambiamento delle correnti e quello climatico, tenendo conto delle conseguenze per le attività economiche delle popolazioni indigene e degli stati artici, - afferma Mr. Frederickson - La contabilità e la ricerca sui cambiamenti climatici per le attività economiche consentiranno di rispondere in modo tempestivo allo sviluppo della zootecnia.

In effetti, la chiave per lo sviluppo sostenibile dell'Artico risiede proprio nella cooperazione internazionale positiva e nell'assenza di barriere irragionevoli per il business.Nessun paese della regione può risolvere da solo i suoi problemi. Allo stesso tempo, sono state create tutte le condizioni per l'attuazione di progetti transfrontalieri globali.Questo pensiero è diventato l'idea chiave dell'evento.La domanda è se l'umanità sarà in grado di unirsi e trarre vantaggio dal cambiamento climatico nella regione.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

2 Settimane 22 Ore fa #102246 da Robertpiome
Тон, образ также новаторство — смотри эти главные компоненты, со поддержкой каковых фирма Река Донато выдумала план Work in Colors: обширный перечень продукта с целью стоительства, что совмещает во для себя разнообразные манеры также высокое свойство.
Подробнее на нашей страничке:

фасадная штукатурка цена

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Accedi

or

Facebook